Discografia

USCITA 15 GIUGNO 2014 NUOVO CD:

 

"SENTIMENTALE" - dedicato a Lelio Luttazzi

  

Dodicilune - Edizioni Discografiche & Musicali 

Via Ferecide Siro 1/E - Lecce  Tel: 0832.091231 - Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Ufficio stampa Dodicilune - Società Cooperativa Coolclub

Piazza Baglivi 10, Lecce- Tel e Fax: 0832303707 - Mobile 3394313397  - Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

  

Skyline Management - Press & Booking Agency 

Rossella Del Grande


Phone ++39 02 58110517
  Mobile ++39 345 8861387
 - e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Domenico Dragotti e Rita Ighisciano 

direzione  artistica  Associazione Emmerre Music & co

Domenico  cell: 3472345524 -  Rita   cell: 3471115022

http://www.emmerremusic.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

 

Barbara si è avvicinata alla musica Jazz alla fine degli anni ottanta; innamorata delle grandi interpreti del Jazz Americano,  da alcuni anni ha sentito l’esigenza di rivalutare gli autori della nostra musica italiana, dedicandosi anni fa ad un progetto su Sergio Endrigo,  straordinario artista con il quale ha avuto il privilegio di collaborare e nel 2010 è uscito per la Casa Discografica “Dodicilune” il CD “ENDRIGO IN JAZZ” con la quale la Errico ha avuto molte soddisfazioni sia di critica che di pubblico, sia in Italia che all’estero e grazie al quale nel 2011 ha vinto l’ ”Italian Jazz Awards” nella categoria “Brand New Act” ed è stata inoltre votata per  la rivista “Jazz IT ” nella rassegna “ JAZZ IT AWARD 2010” tra le migliori 10 voci jazz italiane. 

Merito di questo suo disco è stato anche il fatto di averle dato l’occasione di farsi conoscere dal grande Maestro Lelio Luttazzi che, dopo aver ricevuto una copia del CD dedicato ad Endrigo, le scrisse una e-mail “……ora però ti posso affermare che tu rappresenti per me la perfezione insieme ai tuoi musicisti. BRAVA! Ti auguro una carriera luminosa.……. “. Il destino purtroppo ha voluto che Barbara non conoscesse personalmente il Maestro in quanto mancato improvvisamente, ma da questo contatto è poi nata una splendida e preziosa amicizia con la moglie del Maestro, la signora Rossana.

 Con amorevole naturalezza è nato così in Barbara il desiderio di dedicare un progetto al caro Lelio, ricercando principalmente i brani da lui a suo tempo magistralmente composti ed  interpretati da grandissimi cantanti del panorama  italiano come il Quartetto Cetra, Mina e la straordinaria Jula de Palma. In Rossana e nella Fondazione Luttazzi la Errico ha  trovato una entusiastica e fondamentale collaborazione, e nel compositore Franco Feruglio un indispensabile coordinamento per la effettiva realizzazione del CD e la crescita di questo progetto.

 Con il CD “SENTIMENTALE - dedicato a Luttazzi”, si sono voluti riprendere lo spirito, le sonorità e lo “swing” del grande Lelio, attraverso gli arrangiamenti orchestrali magistralmente ricostruiti dal Maestro Antonello Vannucchi, grande  amico dell’artista e “pietra miliare” della musica jazz italiana. Musicista ed arrangiatore nelle orchestre Rai dagli anni ‘60 e sino agli anni ‘90, ha collaborato con i grandi Maestri Moriconi, Rota, Trovajoli; ha accompagnato i grandi nomi della musica italiana e straniera, dalla Vanoni a Mina, da Morandi a Modugno a Fabrizio De Andrè, a Chet Baker, Barney Kessel, Bobby Hackett, Kenny Clarke, Lee Konitz.

 Nel CD i brani da lui arrangiati e suonati con l’orchestra sono Blue Skies - Vecchia America - Love is here to stay -  Mia vecchia Broadway - Sentimentale - Eccezionalmente sì -

 In questi brani hanno suonato appunto Antonello Vannucchi al piano, Sandro Deidda al sax tenore ed al clarinetto, Carlo Corvini alla tromba, Gianluca Nanni alla batteria e Giorgio Rosciglione al contrabbasso -  storico musicista del Jazz Italiano - collaboratore e amico da sempre di Lelio.

Al Maestro Franco Feruglio, Barbara Errico deve molto nella realizzazione di questo CD, sia per le registrazioni delle parti vocali da lui curate, ma anche e soprattutto per la sua sensibilità nel comporre raffinati arrangiamenti per archi, chitarra e vibrafono nei due brani “Mi Piace” e l’inedito “Buonanotte Rossana”,  pezzo dolcissimo, scritto da Lelio Luttazzi e dedicato alla moglie. 

In questi due i brani che conferiscono un tocco originale e sofisticato al disco, hanno suonato il “Quartetto d’archi Pezze,” Nicola Mansutti e Lucia Clonfero al violino, Elena Allegretto alla viola, Mara Grion al violoncello, alla batteria Emanuel Donadelli e al contrabbasso Franco Feruglio a cui si devono anche i fraseggi alla chitarra classica nel pezzo “Buonanotte Rossana”; nel brano “Mi piace” ha suonato con grande sensibilità il vibrafonista italiano Saverio Tasca.  Il Maestro Franco Feruglio  vanta nel suo curriculum collaborazioni con la RAI Radiotelevisione Italiana, l’O.R.F. Radio Austriaca,  Radio France, la SFB Berlino e Radio Capodistria. Per diversi anni ha fatto parte del settimino del baritono Leo Nucci, impegnato in concerti cameristici a La Scala, Teatro di Montecarlo, Canale 5. Con Ludovico Einaudi e il sestetto d’archi di “Divenire Tour” ha tenuto più di 60 concerti nei maggiori teatri d’Europa.

 Ha accompagnato solisti quali Rostropovic, Ughi, Maisky, Krilov, Lonquich, Carmignola, Baldovino, Oppiz ed è infine  compositore di musiche di scena scritte per Teatri nazionali ed esteri;  con le sue opere ha partecipato a numerosi Festival internazionali.

 Il pianista  Lorenzo Hengeller   ha duettato con Barbara, nei due brani da lui arrangiati “Chi mai sei tu” e  “Canto anche se sono stonato”. Di lui il pianista Bollani ha scritto:

 "Lorenzo rivitalizza le canzoni dell´epoca di sua/nostra nonna con un occhio affettuoso e l´altro ironico, senza indulgere in quella retorica che purtroppo è il tratto distintivo di quasi tutti quelli che si avvicinano al passato della musica leggera italiana". Vincitore del Premio Carosone 2007, Lorenzo partecipa a numerosi festival jazz italiani; nel 2006 pubblica “Il giovanotto matto” un album di matrice swing con il quale ottiene ottime recensioni di critica. Viene invitato come musicista ospite in molte trasmissioni televisive accanto a nomi noti quali Maurizio Costanzo, Fiorello su “Viva Radio 2”, Bollani nella trasmissione “Dr djembè”, suonando anche il pianoforte sempre come ospite in “Ottovolante”, “La Stanza della musica”, “Sostiene Bollani”, “Alza il volume”- su Radiorai 3,- " Servizio Pubblico" -su La 7 -. Nel 2013 esce per la Warner Music il disco-tributo a Lelio Luttazzi, dal titolo “Per pianoforte e amici", in cui oltre a brani interpretati  da Mina, Fiorello,  Christian De Sica, Simona Molinari, compare anche un suo brano, quale omaggio al grande compositore triestino

 Abbiamo cercato, dice Barbara Errico,  di far rivivere quella freschezza e quell’ironia che trasparivano con grande eleganza nelle meravigliosa trasmissione  degli anni ’60 -“Studio Uno”- condotta da Luttazzi, in cui spesso duettava con grande divertimento assieme alla meravigliosa Mina.

 In questi due brani hanno suonato Gianluca Nanni alla batteria, al contrabbasso lo “storico” Massimo Moriconi, già contrabbassista di Luttazzi e di Mina e al piano e alla voce Lorenzo Hengeller. 

Nei due brani “Souvenir d’Italie” e “’Nnammurammece” il virtuoso chitarrista Napoletano Antonio Onorato è riuscito, con i suoi raffinati arrangiamenti, a cogliere il lato più melodico delle composizioni di Lelio Luttazzi, arricchendole di un’ammirevole vena partenopea ;

Nel pezzo “Souvenir d’Italie” con lui hanno suonato Franco Feruglio al contrabbasso,  Emanuel Donadelli alla batteria e Antonio Onorato , che appare per cortesia della Wide Sound Record, ha suonato alle chitarre acustica ed elettrica.

Il pezzo “Nnammurammece” è stato invece realizzato solo con la voce di Barbara e con la chitarra acustica di Antonio Onorato.

 Antonio è uno straordinario chitarrista Jazz sempre dedito alla ricerca e alla fusione degli stilemi armonico-melodici del linguaggio della sua cultura d'origine, quella napoletana, con la musica afro-americana, medio-orientale e brasiliana che lo hanno portato ad individuare un linguaggio del tutto personale. Ha suonato con molti artisti di calibro internazionale quali il chitarrista brasiliano Toninho Horta, M°Franco Cerri, Eddy Palermo, James Senese, Joe Amoruso, l’attore Enzo Decaro, Enzo Gragnaniello, Roberto Murolo, per citarne solo alcuni. Nel corso del 2012 e 2013 è stato Special Guest nei concerti di Pino Daniele.  Numerose le partecipazioni come solista a prestigiosi festival nazionali e internazionali accanto ad artisti come John Scofield, Jan Garbarek, Charlie Haden, Steve Grossman, John McLaughlin, Pat Metheny, Tito Puente, Toots Thielemans, Tuck & Patti, Gary Burton, George Benson

 

 

Quando Barbara mi ha telefonato per mettermi al corrente del suo prezioso progetto, subito dopo l’inevitabile commozione, ho pensato che a  Lelio sarebbe piaciuto.Barbara piaceva a Lelio e dunque  mi sono appassionata insieme a lei per far sì che  il risultato, come poi è avvenuto, fosse quello che lei desiderava: un CD elegante, raffinato, sofisticato,  ma anche ironico come sarebbe piaciuto a Lelio.  La sua voce luminosa ha saputo cogliere  le mille nuances delle melodie  di  Lelio  e la giusta ironia.

Brava Barbara! Grazie di cuore con gratitudine a nome mio e a nome della Fondazione Lelio Luttazzi.

 Rossana Luttazzi

 

 «Signore e signori: Lelio Luttazzi!». Il maestro, tante volte, ha presentato il fior fiore dello spettacolo italiano nei diversi e fortunati programmi televisivi che si avvicendavano nella Tv degli anni migliori. Qui si presenta la sua musica che riesce a fondere, senza alcuna sbavatura metrica, la lingua italiana con lo swing, a lui così naturale. Luttazzi, insieme a pochi altri, ha costruito il patrimonio italiano del Tin Pan Alley, indossando con nonchalance non riconosciuta gli abiti di George Gershwin e consegnando ai posteri un canzoniere immarcescibile, che pochi sanno maneggiare a dovere. La Fondazione Luttazzi, per mano di Rossana, riesce a tenere viva la memoria di tanta ricchezza musicale, di tante sfumature che solo delle orecchie attente possono cogliere e che vanno ben oltre le limpide melodie disegnate dal Maestro. Barbara Errico è una raffinata e attenta specialista in tal senso e attinge dall’eredità di Lelio Luttazzi con quel garbo che pochi avrebbero saputo offrire. La sua voce è adamantina e sa recitare ogni singolo passo, complice l’efficace combinazione tra dizione perfetta, registro esteso e ricco di sfumature, e la giusta dose di ironia. Al suo fianco un ampio novero di eccellenti musicisti, che mettono in chiaro la vitalità della musica, sottolineando sì l’immortalità di brani come Souvenir d’Italie, Sentimentale, Mia vecchia Broadway, Vecchia America, ma anche l’assoluta freschezza e attualità degli stessi. Il pianoforte, che tanto jazz ha sprizzato tra le dita di Luttazzi, è qui parimenti toccato da Lorenzo Hengeller, al quale va anche il merito di avere una voce capace di far scena, e Antonello Vannucchi, che non abbisogna di presentazioni: eleganza, ordine, gusto, perfezione e chiarezza. Altro doppio colpo è dato prima da ‘Nnammurammece, in versione unplugged, perché alla voce della Errico fanno da contraltare le sole corde della chitarra di Antonio Onorato, che dà nuova filigrana al verbo partenopeo, e dall’inedito Buonanotte Rossana, meravigliosa carezza di un sogno; un sogno che solo Luttazzi è capace di regalare.

 Alceste Ayroldi

 

Ripercorrere alcuni momenti, sia pure essenziali, del periplo creativo di Lelio Luttazzi deve aver affascinato Barbara Errico per l'estrema complessità e rischiosità dell'impresa. Solo immedesimandosi in lui, nelle sue molteplici vesti di virtuoso-compositore-paroliere-"stonatore"-showman-mito, ci sarebbe potuta riuscire. Nella mutevolezza permanente, vocale e interiore, sta il segreto del suo successo. Barbara Errico intona con piacevole nonchalance - una delle mille doti luttazziane - "Ogni donna è come una canzone / forse banale". Intendendo beninteso l'opposto, "anti-banale, unica di per sé", grazie a quel gioco di nonsense contraddittori a cui Luttazzi ci aveva abituati. Inanella preziosamente avverbi a catena, a dimostrazione di quanto eccezionalmente il "sì" suoni sulle labbra femminili.  Scegliendo una suite di refrain nostalgici, di souvenir dell'Italie che fu, della Broadway che non c'è più, dell'America del charleston, della Napule 'nnammurata, Barbara Errico ritrova istintivamente "la formula della felicità". Volando liberamente tra le melodie di Gershwin e Berlin, maestri del nostro maestro, ci regala inoltre un delicatissimo au revoir da parte di Luttazzi che commuove fino alle lacrime: "Buonanotte Rossana". "Sarò lì vicino / Sarai qui con me", ripete la sua voce, calorosa, sicura di sé, senza esitazioni. Lelio da lassù l'accompagna in sordina al pianoforte swingando parole astratte e incomprensibili. 

Lorenzo Codelli, 

 

Barbara Errico sa scegliere. Il repertorio, lo stile, i compagni d'avventura, il mood. In questi anni di latta, liquidi retromodernisti per paura del futuro che ci corre incontro, lei passa da Endrigo a Luttazzi, nel nome di certa canzone elegante, jazzata e fiera di essere nazionalpopolare in senso gramsciano. Lo fa tenendo insieme il magistero degli arrangiamenti vintage di Antonello Vannucchi e Franco Feruglio con quelli dei giovanotti matti newpolitani Lorenzo Hengeller e Antonio Onorato. Lo fa con gusto che non cerca la deriva modaiola electroswing, magari lasciandola - perché no? - a futuri remix, bazzicando nel canzoniere del maestro Lelio per scegliere perle e perline che ricordiamo intonati con massima leggerezza, la più profonda delle arti, dal Quartetto Cetra (sempre sia lodato, volete mettere con il varietà odierno in cui Fiorello sembra un marziano?), da Mina, da Jula de Palma...
Ha voce duttile e calda, Barbara, sa stenderla sulle melodie, sa swingare con italica moderazione, sa farsi discreta quando si intesta, orgogliosa l'inedita dedica di "Buonanotte Rossana". Sa regalarci l'opportunità di ricordare spettacoli d'altri tempi e parolieri che si chiamavano Chiosso (ah quel Fred dal whisky facile), Amurri, la premiata coppia commediante
Tarabusi & Scarnicci. Sa chiamare in causa le fonti di ispirazioni primarie, da Gershwin ai Berlin. Sa contornarsi di un mucchio selvaggio di splendidi musicisti, veterani o emergenti che essi siano. Sa reclamare il diritto ad essere "Sentimentale", aggettivo che non rifiuta i piaceri della carne, anzi li prepara, come un romantico - fosse pure illusorio - moltiplicatore di gemiti sinceri. Un'alternativa al Viagra sonico, insomma.
Ps. Barbara sa anche che il napoletano è lingua internazionale della canzone, come l'inglese, più dell'italiano.

Federico  Vacalebre

 

 

TITOLI DEI BRANI:

  1. MI PIACE  musiche di Lelio Luttazzi,  testo di Leo Chiosso
  2. CHI MAI SEI TU  musiche e testo di Lelio Luttazzi
  3. ECCEZIONALMENTE SI’   musiche di Lelio Luttazz,i testo di Lelio Luttazzi e Jula de Palma
  4. SENTIMENTALE  musiche e testo di Lelio Luttazzi
  5. CANTO ANCHE SE SONO STONATO musiche di  Lelio Luttazzi, testo di Leo Chiosso
  6. VECCHIA AMERICA    musiche e testo di Lelio Luttazzi
  7. SOUVENIR D’ITALIE musiche di Lelio Luttazzi, testo di  Giulio Scarnicci – Renzo    Tarabusi 
  8. ‘NNAMMURAMMECE musiche di Lelio Luttazzi
  9. BUONANOTTE ROSSANA musiche di Lelio Luttazzi , testo di Mirko Menna e Alberto Zeppieri
  10. LOVE IS HERE TO STAY   musiche di George Gershwin, testo di Ira Gershwin,
  11. MIA VECCHIA BROADWAY   musiche di Lelio Luttazzi, testo di Lelio Luttazzi  e Antonio Amurri
  12. BLUE SKIES  musiche e testo di Irving Berlin

 

  

Registrato:

  • TOTO SOUND RECORDING STUDIO via Vittorio Fiorini, 49 Roma 
  • A.V.F. via Centa, 7 Nimis (Udine)
  • BRAIDAMATTA STUDIO via Leonardo da Vinci, 7 Tricesimo (Udine)
  • MASTER STUDIO via Isonzo, 40 (Udine) 

 

Mixato:

da Franco Feruglio  BRAIDAMATTA STUDIO via Leonardo da Vinci, 7 Tricesimo (Udin

 

 

 

 

“SENTIMENTALE”  dedicated to Lelio Luttazzi

 

  KOINÈ by DODICILUNE 

 

 Barbara Errico is a multitalented artist whose interests range from jazz and blues to gospel and the work of singers-songwriters. She is a singing teacher, a singer and the protagonist of a new project, a CD called “Sentimentale” dedicated to Lelio Luttazzi, produced by “Koinè by Dodicilune” and distributed by  “IRD” that will be released in April 2014.

Barbara approached jazz music in the late 1980’s. She has always been charmed and inspired by the great American jazz singers, and in recent years she was tempted to revive the work of some Italian music makers and embarked on a project on Sergio Endrigo, an extraordinary artist with whom she had the priviledge to co-operate. The result was “ENDRIGO IN JAZZ”, a CD released by the recording company “Dodicilune” in 2010 that was highly appreciated by both critics and the public in Italy and abroad and received the 2011 “Italian Jazz Award” in the “Brand New Act” category. Barbara was selected among the 10 Best Italian Jazz Voices by the Jazz IT magazine on the occasion of the “JAZZ IT AWARD 2010”.

This CD gave Barbara the chance to be noticed by the great Italian composer Lelio Luttazzi. When he received a copy of Barbara’s CD he wrote her an email in which he said “……let me tell you that to me you and your musicians represent perfection. BRAVO! I wish you a brilliant career…”.

Unfortunately destiny did not give Barbara a chance to meet Lelio Luttazzi personally before he suddenly passed away, but this contact developed into a precious friendship with Luttazzi’s wife, Rossana.

Hence came Barbara’s desire to start this music project in the memory of the dear Lelio, mostly centered on the beautiful music pieces composed by him and interpreted by some of the top Italian singers, such as The Cetra Quartet, Mina and the extraordinary Jula de Palma. Rossana and the Luttazzi Foundation offered Barbara their co-operation with great enthusiasm and the composer Franco Feruglio carried out the indispensable co-ordination work that made this project come true.

 The CD “SENTIMENTALE – dedicated to Luttazzi”, reflects the spirit, the sounds and the swing of the great Lelio through the orchestra arrangements skillfully reconstructed by  Antonello Vannucchi, a key protagonist of Italian jazz music who was one of Lelio Luttazzi’s best friends. Vannucchi composed music and arrangements for the Italian Rai TV orchestra from the 1960’s to the 1990’s, working together with such music composers as Morricone, Rota and Trovajoli and some of the most famous Italian and foreign musicians and singers (Ornella Vanoni, Mina, Gianni Morandi, Domenico Modugno, Fabrizio De Andrè, Chet Baker, Barney Kessel, Bobby Hackett, Kenny Clarke, Lee Konitz to name but a few).

In Barbara’s CD the songs he arranged and in which he played with the orchestra are Blue Skies, Vecchia America, Love is here to stay, Mia vecchia Broadway, Sentimentale, Eccezionalmente sì.

In addition to Antonello Vannucchi at the piano, the group included Sandro Deidda on tenor sax and clarinet, Carlo Corvini on trumpet, Gianluca Nanni on drums and Giorgio Rosciglione – a historic Italian Jazz musician and an all-time friend of Luttazzi’s - on double bass.

Franco Feruglio played a major role in the making of this CD. He took care of directing and recording Barbara’s voice, as well as composing highly-refined arrangements for strings, guitar and vibraphone in two pieces: “Mi Piace” and “Buonanotte Rossana”, a very sweet song Lelio Luttazzi composed and dedicated to his wife which was never recorded before.

The music of these two songs, which give the CDan original and sophisticated touch, was played by the“Pezze String Quartet,” Nicola Mansutti and Lucia Clonfero on violins, Elena Allegretto on viola, Mara Grion on cello, Emanuel Donadelli on drums and Franco Feruglio on double bass and classical guitar for the phrasings introduced in “Buonanotte Rossana”.

The musical sensitivity of the Italian vibraphonist Saverio Tasca  can be fully appreciated in the way he played his instrument in the song “Mi piaci”. The professional experience of Franco Feruglio, an orchestra conductor,   includes various collaborations with Rai Radiotelevisione Italiana, The Austrian O.R.F., Radio France, SBF Berlin and Radio Capodistria. For several years he was part of baritone Leo Nucci’s septet that played camera concerts at La Scala, Montecarlo’s Theatre and Canale 5. In addition he gave over sixty concerts with Ludovico Einaudi and the string sextet of “Divenire Tour” in the most important European music halls.

Feruglio accompanied with his instrument such soloists as Rostropovic, Ughi, Maisky, Krilov, Lonquich, Carmignola, Baldovino and Oppiz, he composed music for theatres in Italy and abroad, and he actively took part in many international music festivals.

 The pianist  Lorenzo Hengeller   played with Barbara in the two pieces he arranged: “Chi mai sei tu” and “Canto anche se sono stonato”. Speaking of him, Bollani wrote:

"Lorenzo brings new life to the songs of our grandparents’ time using affection and irony and avoiding the rhetoric that is common, unfortunately, in the work of almost all musicians revisiting the Italian pop music of the past”. Lorenzo joined many Italian jazz festivals and was awarded the Premio Carosone in 2007. In 2006 he released “Il giovanotto matto” a swing album that was highly praised by critics. He was invited as guest musician on many TV programmes run by such famous showmen as Maurizio Costanzo, Fiorello in “Viva Radio 2”, Bollani in “Dr djembè”, and he played the piano as guest in “Ottovolante”, “La Stanza della musica”, “Sostiene Bollani”, “Alza il volume” on Radiorai 3 and " Servizio Pubblico" on La 7. In 2013 Warner Music released the CD-tribute to Lelio Luttazzi called “Per pianoforte e amici". There he played songs interpreted by Mina, Fiorello, Christian De Sica, Simona Molinari and a new song he composed as a tribute to the great composer.

Barbara Errico says “We tried to recreate the freshness, irony and elegance that characterized ‘Studio Uno’, the unforgettable 1960’s show run by Luttazzi, who often accompanied Mina on the piano”.

These two pieces feature Gianluca Nanni on drums, Massimo Moriconi, who used to play with Luttazzi and Mina, on double bass  and Lorenzo Hengeller on piano and voice. 

In the two songs “Souvenir d’Italie” and “’Nnammurammece”  the arrangements by Antonio Onorato, a real guitar virtuoso,fuse Luttazzi’s melodies with the best traits of Neapolitan music. He played “Souvenir d’Italie” with Franco Feruglio on double bass,  Emanuel Donadelli on drums and Antonio Onorato, by courtesy of Wide Sound Record, on acoustic and electric guitar.

In “Nnammurammece” Barbara’s voice is accompanied only by Antonio Onorato on acoustic guitar. Antonio is an extraordinary jazz guitarist. He has developed a very personal music language by joining the tradition of his land of origin (Naples) with Afro-American, Middle Eastern or Brazilian music. He played with internationally renowned artists such as Toninho Horta, M° Franco Cerri, Eddy Palermo, James Senese, Joe Amoruso, Enzo Decaro, Enzo Gragnaniello, Roberto Murolo and many others. In 2012 and 2013 he was Special Guest in several concerts of Pino Daniele’s and took part in many national and international music festivals as soloists together with such artists as John Scofield, Jan Garbarek, Charlie Haden, Steve Grossman, John McLaughlin, Pat Metheny, Tito Puente, Toots Thielemans, Tuck & Patti, Gary Burton and George Benson.

 

 

REVIEWS INCLUDED IN THE CD SLEEVE:

When Barbara called to tell me about her precious project I was really moved, and I was sure that Lelio would have been happy, as he loved the way Barbara sings.  That’s why I worked with her intensively to help her make what she had in mind come true: the elegant, refined, sophisticated but also ironic CD that Lelio would have liked so much. Her bright singing voice managed to reflect all nuances of Lelio’s melodies with the fair degree of irony.  

Congratulations, Barbara! The Lelio Luttazzi Foundation and I will always be grateful to you for what you have done.

Rossana Luttazzi

 

 

«Ladies and gentlemen: Lelio Luttazzi!». On many occasions Luttazzi hosted the best Italian music performers in the various successful shows we enjoyed in the golden age of Italian TV. His music was able to smoothly fuse together The Italian language with the Swing he loved so much. He, and a few others, built the Italian Tin Pan Alley, wearing George Gershwin’s clothes with a spontaneity that was probably underestimated. From this we inherited a list of imperishable songs that few musicians can manage properly. Fondazione Luttazzi, headed by Luttazzi’s wife Rossana, preserves the memories of such musical richness, of the many nuances that only a careful listener can appreciate and that go far beyond the limpid melodies Luttazzi composed. In this sense, Barbara Errico is a refined and careful specialist, drawing on Lelio Luttazzi’s heritage with a grace that few others could show. Her diamond-pure voice can render each passage perfectly, using her perfect diction, her wide vocal range and the right touch of irony. She is backed up by a large group of excellent musicians showing the vitality of Luttazzi’s music and presenting such songs as Souvenir d’Italie, Sentimentale, Mia vecchia Broadway, Vecchia America as everlasting and ever topical masterpieces. The piano, that Luttazzi’s fingers made bloom with beautiful jazz, is played with comparable skill by Lorenzo Hengeller, who also has a voice that raises emotions on stage. Antonello Vannucchi needs no introduction, just a few adjectives: elegance, order, taste, perfection and clarity. Other two unforgettable songs you will enjoy in the CD are the unplugged version of ‘Nnammurammece, where Barbara Errico’s voice is only accompanied by Antonio Onorato’s guitar building a new filigree on Neapolitan dialect, and the unedited Buonanotte Rossana, the sweet caress of a dream that only Luttazzi was able to create.

 Alceste Ayroldi

 

 Barbara Errico fell under the spell of reliving the experience of some key steps of Lelio Luttazzi’s long creative journey. This was to be a complex and dicey attempt, as she would need to empathize with him in his multiple roles as virtuoso, composer, “out-of-tune” player and singer, showman and legend. Her success comes from her constant vocal variability and psychological fluidity. With the apparent nonchalance of Luttazzi himself,  Barbara Errico sings such lyrics as “all women are predictable”, where the hidden message is exactly the opposite: “ they are all unpredictable, unique”, using Luttazzi’s typical apparently contradictory, nonsensical jumbles of words that we all remember so vividly. She richly notches up long lists of adverbs, showing how rarely the word “yes” is uttered by any woman.  By wandering through a selection of nostalgic refrains, memories of an Italy long past, the Broadway of long ago, the America of Charleston and Neapolitan love songs, Barbara Errico instinctively conjures up the magic formula of happiness. She freely flies through Gershwin’s and Berlin’s melodies, and she finally leaves us with Lelio Luttazzi’s gentle au revoir that fills our eyes with tears. “Goodnight, Rossana”, “I’ll be there with you / you’ll be here with me” Barbara sings with her warm, confident, unhesitating voice. Lelio seems to accompany her softly with his piano and his voice swinging out abstract, incomprehensible words.

Lorenzo Codelli 

 

Barbara Errico knows how to choose: her repertory, her style, her band, her mood. In these tin years, liquid and retro modernist for fear of the future lying ahead of us,  she moves from Endrigo to Luttazzi to interpret a style of songs that are elegant, jazzed and proud of being popular in their country in a Gramscian sense. To do so she joins together the mastery of Antonello Vannucchi’s and Franco Feruglio’s vintage arrangements and those written by the young, crazy Newpolitans Lorenzo Hengeller and Antonio Onorato. She does all this with exquisite taste, keeping at a distance from the fashionable electroswing trends - possibly leaving that to future remixes (why not?) - and choosing pearls and jewels from Luttazzi’s songs that we still remember sung with the lightness of real art by the Cetra Quartet (so far from nowaday’s variety shows, where Fiorello looks like an oddball), Mina, Jula de Palma… 

Barbara’s voice is warm and supple and she can spread it out on the melodies, swing with Italian moderation and be discrete when she is proud to address to herself the unedited dedication of “Buonanotte Rossana”. She gives us a chance to recall TV shows of long ago and lyricists called Chiosso (ah, that Fred who liked whisky!...), Amurri,  Tarabusi & Scarnicci (the award-winning couple of playwrights and lyricists). She can conjure up the primary sources of inspiration, from Gershwin to Berlin. She can surround herself with a group of great  musicians, famous or budding. She claims her right to be “sentimental”, when this does not mean rejecting the pleasures of the flesh but rather paving the way to them, as a romantic multiplier of sincere enjoiment: in other words, an alternative to sonic  Viagra.

PS. Barbara also knows that Neapolitan is an international language of songs, like English and more than Italian.

Federico  Vacalebre

 

 

TITLES OF SONGS: 

  1. MI PIACE  music by Lelio Luttazzi  lyrics by Leo Chiosso
  2. CHI MAI SEI TU  music and lyrics by Lelio Luttazzi
  3. ECCEZIONALMENTE SI’ music by Lelio Luttazzi lyrics by Lelio Luttazzi and Jula de Palma
  4. SENTIMENTALE music and lyrics by Lelio Luttazzi
  5. CANTO ANCHE SE SONO STONATO music by Lelio Luttazzi, lyrics by Leo Chiosso
  6. VECCHIA AMERICA music and lyrics by Lelio Luttazzi
  7. SOUVENIR D’ITALIE music by Lelio Luttazzi, lyrics by Giulio Scarnicci and Renzo Tarabusi 
  8. ‘NNAMMURAMMECE music by Lelio Luttazzi
  9. BUONANOTTE ROSSANA music by Lelio Luttazzi, lyrics by Mirko Menna and Alberto Zeppieri
  10. LOVE IS HERE TO STAY music by George Gershwin, lyrics by Ira Gershwin,
  11. MIA VECCHIA BROADWAY music by Lelio Luttazzi, lyrics by Lelio Luttazzi and Antonio Amurri
  12. BLUE SKIES music and lyrics by Irving Berlin

 

 

Recorded at:

  • TOTO SOUND RECORDING STUDIO via Vittorio Fiorini, 49 Rome 
  • A.V.F. via Centa, 7 Nimis (Udine)
  • BRAIDAMATTA STUDIO via Leonardo da Vinci, 7 Tricesimo (Udine)
  • MASTER STUDIO via Isonzo, 40 (Udine) 

 

Mixing by:

Franco Feruglio  - BRAIDAMATTA STUDIO via Leonardo da Vinci, 7 Tricesimo (Udine)

 

  

 

 

 

 

Endrigo in Jazz  tributo a Sergio Endrigo

 

 

 

"Certe alchimie non nascono per caso. Papà ne sarebbe stato orgogliosissimo"
Claudia Endrigo

"Per me rappresenti la perfezione assieme ai tuoi musicisti. Bravi!"
Lelio Luttazzi

"I miei complimenti! Musicisti bravi e arrangiamenti funzionali."
Lino Patruno 

 

Nel 2010 è uscito per la casa discografica “Dodicilune” di Lecce Il CD ”ENDRIGO IN JAZZ" con arrangiamenti curati dal pianista Bruno Cesselli.

Hanno collaborato musicalmente al CD :

Bruno Cesselli - pianoforte
Ares Tavolazzi contrabbasso
Walter Paoli batteria
Salvatore Russo chitarra
Luca Grizzo percussioni
Mirko Cisilino tromba
Massimo de Mattia flauto
Roberto Rossetti al clarinetto basso

 

Recensioni collegamento alla dodicilune. 

http://www.dodiciluneshop.it/dettagli.asp?sid=33826063520101023131928&idp=90 

 

 

 

 

“ENDRIGO IN JAZZ”  A tribute to Sergio Endrigo

 KOINÈ by DODICILUNE

  

"Certain alchemies do not come by chance. Father would have been very proud for this".
Claudia Endrigo

"To me, you and your musicians represent perfection. Bravo!"
Lelio Luttazzi

"My compliments! Great musicians and proper arrangements.” 
Lino Patruno

 

 

The  CD “ENDRIGO IN JAZZ” was released in 2010 by  Koinè by Dodicilune” and distributed by “IRD”. It is a tribute paid to the great Italian singer Sergio Endrigo by Barbara Errico, a multi-talented artist whose interests range from jazz and blues to gospel and the songs of singers-songwriters who also teaches singing.   

This project has already been acclaimed by many critics and music journalists in Italy and abroad. Some reviews can be found in the “Dodicilune” website

(http://www.dodiciluneshop.it/dettagli.asp?sid=106033321820120619140217&idp=90&idn=1).

On the occasion of the 2011 JAZZ IT AWARD, in its April 2011 issue the magazine “JAZZ IT” selected Barbara Errico as one of the 10 best Italian women jazz singers.

In November 2011 she was nominated for the “Brand New Jazz Act” of the “Italian Jazz Awards” an independent Music Event dedicated to the Italian jazz pianist Luca Flores.

 

 

The following musicians have contributed to  CD “Endrigo in Jazz” :

 

Barbara Errico                                   Voice

Bruno Cesselli                                  Piano and music arrangements

Ares Tavolazzi                                  Double bass

Walter Paoli                                     Drums

Luca Grizzo                                      Percussion

Massimo De Mattia                             Transverse flute

Mirko Cisilino                                     Flugelhorn

Roberto Rossetti                                 Bass clarinet

 

Special guest: Salvatore Russo     Acoustic guitar

 

Arragements by Bruno Cesselli

 

 

TITOLS OF SONGS IN THE CD “ENDRIGO IN JAZZ”

 Adesso sì

Lontano dagli occhi

Perché

La rosa bianca

Canzone per te

Era d’estate

Aria di neve

Poema degli occhi

Dimmi la verità

Chi sei

Questo amore per sempre

Io che amo solo te

 

 

 

DEMOS OF CD “ENDRIGO IN JAZZ”

 

http://www.dodiciluneshop.it/dettagli.asp?sid=54520504620110725142427&idp=90

 

http://www.youtube.com/watch?v=c9LfXT-erxs

 http://www.youtube.com/watch?v=0KZKRLxw-fw

http://www.youtube.com/watch?v=zjNQ7c9CQj8 

http://www.youtube.com/watch?v=QuLmsoKC3mU

 

 

RECORDED AT:

IMPUT LEVEL STUDIO SAN BIAGIO DI CALLALTA (TV)

POULINER STUDIO AZZANO DECIMO (PN)

STUDIO MOBILE DI TRICESIMO  (UD)

 

 

MIXING AT:

POULINER STUDIO DI AZZANO DECIMO (PN)

 

 

 

  

 ====================================================================================

 

 

BARBARA ERRICO JAZZ QUINTET

 

Prodotto dall'Associazione Musica e Teatro dell'Università di Udine

pubblicato per l' Etichetta discografica "NOTA" di Valter Colle

Nel 1997 viene prodotto dall’Associazione Musica e Teatro dell’Università di Udine e pubblicato per l’etichetta NOTA di Valter Colle, il CD "Barbara Errico Jazz Quintet".

Alcuni stralci delle critiche: "....è il cd di Barbara Errico e del suo quintetto, un album coraggioso. Perché? Perché in un disco dal vivo la rete non c’è; il repertorio scelto dalla bravissima cantante udinese è di quelli da far tremare i polsi per la fama che accompagna i brani proposti… nel disco…Barbara è una delle migliori voci che il jazz friulano abbia mai prodotto, ....la dolcezza del timbro, la sicurezza maturata anche sullo scat, la sincerità di intenti in ogni brano, l'assoluto rispetto dei partners-amici, con i quali l'interplay è risultato perfetto in ogni frangente, in ogni spazio improvvisato. Stile. Come si conviene ad una Lady del Jazz... ” (Nicola Cossar, Messaggero Veneto)

".... la performance del quintetto di Barbara Errico riesce a mantenere tutto il valore della versione originale ... c'è solo una grande voce, duttile e avvolgente, quella di Barbara Errico, e un gruppo di musicisti in grado di assecondare e seguire le evoluzioni della vocalist.” (Andrea Ioime, Il Gazzettino)

 

 

 

CANZONI DI CONFINE

 

Nel 2002 viene inserito, nel CD “Canzoni di Confine” un brano scritto da Barbara Errico (“Danza”) su musica di Giovanni disu musica di Giovanni Majer

Il CD è stato registrato durante la manifestazione “Canzoni di confine” della quale Sergio Endrigo era Direttore Artistico. Tale Rassegna di musica d'autore era organizzata da Edoardo De Angelis, e diretta dal maestro Valter Sivilotti.

 

 

CJANTANT ENDRIGO

Nel 2003 viene inserita in un progetto discografico Cjantant Endrigo”, un CD di 15 brani con adattamento alla lingua friulana di Alberto Zeppieri, arrangiamenti del Maestro Valter Sivilotti con l’orchestra Mikrokosmos Il brano presentato è: “L’JERE DI ISTÂT” (ERA D’ESTATE). L’album è stato distribuito e venduto nei Paesi del mondo dove Sergio Endrigo è tutt’ora conosciuto ed amato.


 

 

 

ALTRI CD PUBBLICATI: 

Nel 1995 ha registrato la prima versione cantata del successo internazionale "Children" di Robert Miles.

Nel 1988 disco "Premi Friul 88" promosso da Radio Onde Furlane.


Ha inoltre collaborato come vocalist con Raul Lovisoni per la seguente collana di audiolibri La tua storia", serie di audiolibri sulla storia e sui luoghi del Friuli Venezia Giulia (Age of Vitrae editore). 

 

La storia del Friuli diventa musica e poesia. I cd diventano occasione per ripercorrere il nostro itinerario di popolo e i secoli trascorsi di una terra ricca di avvenimenti e di personaggi. 
La musica è abbinata al testo, nella duplice lettura italiana e friulana per riscoprire il passato, comprendere il presente e progettare il futuro.

 

 

 

 

 

 

Nuovo layer...
Nuovo layer...